Aggiornamenti del Major Algorithm di Google

È passato quasi un decennio da quando Google ha iniziato a migliorare la qualità della ricerca. Mantiene il tweaking e perfeziona il suo algoritmo 500-600 volte l’anno per fornire ai suoi utenti i risultati di ricerca più pertinenti e di qualità possibile.

E mentre la maggior parte di questi aggiornamenti sono solo mangimi per polli, alcuni sono dei veri e propri cambiavalute. Quindi in questo articolo ti illustrerò la cronologia degli aggiornamenti degli algoritmi di Google più sconvolgenti e ti fornirò istruzioni complete su come prepararti per tutti.

Panda

Il primo aggiornamento che ha cambiato per sempre il panorama SEO e ha iniziato la rivoluzione SEO white-hat è stato l’aggiornamento dell’algoritmo Panda. In breve, l’algoritmo ha indirizzato i siti con contenuti di bassa qualità e spam e li ha classificati in basso nei risultati di ricerca. Nel corso della giornata, era stato una specie di filtro quando nel 2016 meritava di essere incluso nell’algoritmo di base di Google.

Stai attento

  • Contenuto duplicato (interno ed esterno)

  • Imbottitura di parole chiave

  • Contenuto sottile

  • Spam generato dall’utente

  • Contenuto irrilevante

Cosa Fare

  • Ottieni l’elenco completo delle tue pagine web

    Il modo migliore per individuare contenuti duplicati internamente, contenuti sottili e riempimento di parole chiave è eseguire controlli di sito regolari. E poiché il punteggio Panda è assegnato all’intero sito, non alle pagine separate, dobbiamo esaminare ogni singola pagina del tuo sito per identificare contenuti di bassa qualità che riducono la qualità generale del tuo sito web. E, naturalmente, questo può essere fatto comodamente con WebSite Auditor .

    1. Avvia lo strumento e crea un nuovo progetto per il tuo sito.
    2. Successivamente, inserire l’URL del sito Web, selezionare Abilita opzioni avanzate e premere Avanti .

    3. Al prossimo passaggio, lascia le impostazioni come sono. Segui le istruzioni di robots.txt e non limitare la profondità di scansione in modo che l’intero sito venga sottoposto a scansione. Hit Finish e consegna al software un paio di minuti per raccogliere tutte le tue pagine web.

  • Cerca pagine con contenuti duplicati

    Ora che WebSite Auditor ti ha gentilmente fornito l’elenco completo delle pagine, troviamo quelli che hanno contenuti duplicati internamente.

    1. Passare al sottomodulo Site Audit , che si trova in Struttura sito , scorrere un po ‘verso il basso nella sezione In-page e aprire la scheda Titoli duplicati .

    file duplicati rimuovere

    1. Ora dai un’occhiata all’elenco delle pagine sulla destra, passa attraverso tutti loro per individuare quelli con contenuti identici.

    Successivamente, è possibile risolvere i problemi tecnici che hanno causato la duplicazione o riempire le pagine con nuovi contenuti. E non dimenticare di diversificare i loro titoli e meta descrizioni pure. Inoltre, è necessario prestare attenzione a contenuti di aspetto simile perché potrebbe essere un segno dell’automazione dei contenuti.

    1. Controlla le pagine con contenuti sottili

    Il contenuto sottile è ancora un altro innesco di Panda. Nell’era della ricerca semantica, Google deve capire di cosa tratta effettivamente la tua pagina. E come è possibile farlo con poche righe di testo sulla tua pagina? Esattamente. Ecco perché Google ritiene che tali pagine siano insignificanti e difficilmente le classificheranno in alto nelle SERP. Andiamo a caccia di pagine con contenuti sottili e sistemali finché non ti mettono sotto Panda.

    Passare al sottomodulo di Pages , fare clic con il pulsante destro del mouse sull’intestazione di qualsiasi colonna e scegliere la colonna Conteggio parole da aggiungere al proprio spazio di lavoro

    1. Ora seleziona tutte le tue pagine e aggiorna la colonna. Successivamente, lo strumento mostrerà il numero esatto di parole su ogni singola pagina del tuo sito.

    Sfortunatamente, non ci sono linee guida approvate da Google su quante parole un determinato pezzo di contenuto deve avere per non essere considerato sottile. Inoltre, a volte le pagine con non troppe parole si comportano sorprendentemente bene e arrivano persino in rich snippet. Tuttavia, avere troppe pagine con contenuti sottili probabilmente ti porterà sotto la pena di Panda. Ecco perché è necessario esaminare le pagine con meno di 250 parole e riempirle di contenuto laddove possibile.

    1. Trova pagine con contenuti duplicati esternamente

    Google vuole che ogni pagina sul Web aggiunga il maggior valore possibile. E questo sicuramente non può essere fatto con contenuti non unici o plagiati. Pertanto, è una buona idea controllare le pagine di contenuto tramite Copyscape se si sospetta che possano avere una duplicazione esterna.

    È anche giusto dire che alcuni settori (come i negozi online che vendono prodotti simili) semplicemente non possono sempre avere contenuti unici al 100%. Se lavori in una di quelle industrie, ci sono 2 vie d’uscita. Puoi provare a rendere le tue pagine di prodotto il più eclatanti possibile o utilizzare testimonianze dei clienti, recensioni di prodotti e commenti per diversificare i tuoi contenuti. A proposito, ecco una buona guida su come sfruttare al meglio i contenuti generati dagli utenti .

    Se hai notato che qualcuno sta rubando i tuoi preziosi contenuti, puoi contattare i webmaster e chiedere loro di rimuovere i contenuti plagiati o inviare questo modulo di rimozione dei contenuti da Google .

    1. Controlla le tue pagine per l’imbottitura di parole chiave

    L’imbottitura di parole chiave è un’altra cosa che attira Panda. In poche parole, l’imbottitura di parole chiave si verifica quando una pagina Web viene sovraccaricata con parole chiave nel tentativo di manipolare i risultati di ricerca. Quindi controlliamo rapidamente se hai esagerato su alcune delle tue pagine.

    1. Passare all’Analisi del contenuto> Controllo pagina e inserire l’URL di una pagina che si desidera controllare per riempimento di parole chiave nella barra di ricerca Paginenell’angolo in alto a sinistra.

    1. Quindi passa attraverso Parole chiave nel titolo, Parole chiave nei tag meta description, Parole chiave nel corpo e Parole chiave in H1 e dai un’occhiata alla colonna di riempimento delle parole chiave a destra nella sezione Dettagli .

Google Penguins

Subito dopo Panda, nel 2012, Google ha lanciato un altro aggiornamento chiamato Penguin che mirava a siti di basso livello con collegamenti manipolativi e spam. Il fatto è che i collegamenti sono sempre stati uno dei più potenti segnali di classifica per i motori di ricerca. Ma nel passato, l’algoritmo di Google non ha potuto determinare la qualità dei collegamenti. Ecco perché per molti anni le SERP erano più come un caos incontrollabile. I SEO potrebbero semplicemente acquistare link o utilizzare tecniche di spamming per manipolare i risultati di ricerca. Naturalmente, questo doveva essere fermato – così ora Penguin lavora in tempo reale controllando ogni link interno ed esterno. Proprio come Panda, Penguin fa ora parte dell’algoritmo principale di Google.

Stai attento

  • Collegamenti da siti di spam

  • Collegamenti da siti topicamente irrilevanti

  • Link a pagamento

  • Collegamenti con testo di ancoraggio eccessivamente ottimizzato

Cosa Fare

  • Ottieni l’elenco completo dei backlink

    La prima cosa da fare quando si combatte con i collegamenti di spam è di estrarre l’elenco completo dei backlink che puntano al tuo sito. E naturalmente, SEO SpyGlass è qui per aiutarci. Con il suo nuovo indice in costante crescita e la rapidissima velocità di scansione, puoi essere certo che lo strumento raccolga solo collegamenti aggiornati.

    1. Quindi avvia lo strumento, crea un nuovo progetto per il tuo sito, seleziona Abilita opzioni avanzate e premi Avanti .

    Al passaggio successivo, lo strumento ti offrirà di specificare le fonti da cui estrarre i link (PowerSuite Link Explorer, Google Search Console e Google Analytics). Consiglierei a tutti di raccogliere l’elenco più completo di link.

    1. Quindi, controlla tutte e tre le opzioni, accedi ai tuoi account Google Analytics e Google Search Console e fai clic su Avanti .

    Ora devi decidere il numero di link che sei disposto a raccogliere. Per impostazione predefinita, lo strumento raccoglie 10 collegamenti per dominio per filtrare i collegamenti in tutto il sito.

    1. Possiamo lasciare le impostazioni come sono perché, di norma, è più che sufficiente. Hit Finish , e in un paio di momenti lo strumento ti fornirà l’elenco completo dei backlink.

    1. Ora vai su Backlink Profile> Backlink per vedere tutti i link che ti puntano al momento.

    1. Identifica i collegamenti di spam

    Ora che hai effettuato l’accesso al tuo profilo di backlink, dobbiamo identificare quali link sono tossici. Il modo migliore e più conveniente per farlo è calcolando i loro rischi di rigore. Il Penalty Risk è il parametro di SEO SpyGlass che si basa su parametri che caratterizzano la diversità del profilo backlink, l’età del dominio di collegamento, la quantità di succo di collegamento che ogni link trasmette e molti altri.

    Inoltre, calcoleremo i rischi di rigetto dei tuoi link collegando i domini perché accade abbastanza spesso che molti link di spam provengono da un dominio. E questo velocizzerà notevolmente l’intero processo.

    1. Passare a Profilo backlink> Penalty Risk , selezionare tutti i domini di collegamento e premere Update Penalty Risk .

    2.      Ora dobbiamo ordinare i domini in base alla loro rischiosità, in modo che vengano visualizzati per primi quelli più rischiosi. Per fare ciò, basta fare clic sull’intestazione della colonna Rischio penalità

    Prima di tutto, è necessario indagare a ritroso con Rischio di pena oltre il 70% perché questi sono quelli che possono farti sotto la pena di Penguin. Quelli che vanno dal 30 al 70% hanno probabilità leggermente inferiori di essere dannosi ma devono anche essere controllati. E i backlinks con il Penalty Risk dallo 0 al 30% sono sani e salvi e molto probabilmente ti portano molto profitto.

    1. Quindi ora visitiamo manualmente le pagine più pericolose con Rischio di pena oltre il 70%. Per fare ciò, è necessario fare clic sulla freccia accanto al dominio che si desidera controllare e passare attraverso questa pagina nel browser.
    2. Ora occupiamoci dei domini con Rischio di penalità dal 30 al 70% e osserviamo i fattori che hanno causato tale punteggio. Basta premere il pulsante delle informazioni accanto al dominio e vedere perché è stato considerato non abbastanza sicuro.

    1. Sbarazzarsi dei collegamenti tossici

    Ora che hai controllato i link più pericolosi e hai deciso quale di loro vuoi eliminare, è giusto rimuoverli dal tuo profilo backlink per sempre. Uno dei modi possibili per farlo è contattare i webmaster e chiedendo loro di rimuovere i link contenenti spam che puntano al tuo sito.

    Prima di tutto, dobbiamo fare in modo che lo strumento raccolga le e-mail di questi proprietari di siti web.

    1. Rimani nello stesso sottomodulo Backlink , fai clic con il pulsante destro del mouse sull’intestazione di qualsiasi colonna, seleziona Informazioni contatto dal menu e fai clic su OK .

    1. Al passaggio successivo, è necessario selezionare i collegamenti necessari e aggiornare la colonna Info contatto . In un paio di momenti vedrai le email dei proprietari dei siti web nella colonna separata.

    L’unica cosa che rimane da fare è entrare in contatto con loro e chiedere se è possibile rimuovere i link.

    1. Rifiuta i link di spam

    Sfortunatamente, potrebbe accadere che non si risponda ai proprietari del sito web. In questo caso, pensa di sconfessare i link tossici con l’aiuto dello strumento Disavow di Google. In questo modo Google capirà quali link deve ignorare quando classifica il tuo sito. Quindi, a questo punto, dobbiamo creare un file di rinnegamento, che ora può essere eseguito direttamente in SEO SpyGlass.

    1. Fai semplicemente clic con il pulsante destro del mouse sui backlink che sei disposto a rifiutare e premi Disavow backlink .

    2.           Dopodiché, devi decidere se si tratta di un intero dominio o di un solo link che vuoi disconoscere.

    A volte può essere ragionevole sconfessare un intero dominio. In tal modo, non mancheranno altri collegamenti spam provenienti da esso.

    A questo punto, è necessario decidere se si desidera solo disconoscere i collegamenti a ritroso, disconoscere ed escluderli da tutti i futuri aggiornamenti del progetto, oppure negarli e inserirli nella lista nera in modo che vengano rimossi dal progetto per sempre.

    1. Quindi vai su Preferenze> Rifiuta / Lista nera Collegamenti a ritroso , scegli l’azione (Rifiuta, Rifiuta / escludi dall’aggiornamento, Lista nera) e premi OK .

    1. Ora premi il pulsante Esporta e salva l’elenco dei rifiuti sul tuo PC. Quindi vai allo strumento Google Disavow e invia il file di rinnegamento .

    Bene, è così che ti sbarazzi dei legami tossici. Assicurati di fare di questi controlli la tua routine e non sarai mai colpito da Penguin.

  • Cerca pagine con contenuti duplicati

    Ora che WebSite Auditor ti ha gentilmente fornito l’elenco completo delle pagine, troviamo quelli che hanno contenuti duplicati internamente.

    1. Passare al sottomodulo Site Audit , che si trova in Struttura sito , scorrere un po ‘verso il basso nella sezione In-page e aprire la scheda Titoli duplicati .

    file duplicati rimuovere

    1. Ora dai un’occhiata all’elenco delle pagine sulla destra, passa attraverso tutti loro per individuare quelli con contenuti identici.

    Successivamente, è possibile risolvere i problemi tecnici che hanno causato la duplicazione o riempire le pagine con nuovi contenuti. E non dimenticare di diversificare i loro titoli e meta descrizioni pure. Inoltre, è necessario prestare attenzione a contenuti di aspetto simile perché potrebbe essere un segno dell’automazione dei contenuti.

    1. Controlla le pagine con contenuti sottili

    Il contenuto sottile è ancora un altro innesco di Panda. Nell’era della ricerca semantica, Google deve capire di cosa tratta effettivamente la tua pagina. E come è possibile farlo con poche righe di testo sulla tua pagina? Esattamente. Ecco perché Google ritiene che tali pagine siano insignificanti e difficilmente le classificheranno in alto nelle SERP. Andiamo a caccia di pagine con contenuti sottili e sistemali finché non ti mettono sotto Panda.

    Passare al sottomodulo di Pages , fare clic con il pulsante destro del mouse sull’intestazione di qualsiasi colonna e scegliere la colonna Conteggio parole da aggiungere al proprio spazio di lavoro

    1. Ora seleziona tutte le tue pagine e aggiorna la colonna. Successivamente, lo strumento mostrerà il numero esatto di parole su ogni singola pagina del tuo sito.

    Sfortunatamente, non ci sono linee guida approvate da Google su quante parole un determinato pezzo di contenuto deve avere per non essere considerato sottile. Inoltre, a volte le pagine con non troppe parole si comportano sorprendentemente bene e arrivano persino in rich snippet. Tuttavia, avere troppe pagine con contenuti sottili probabilmente ti porterà sotto la pena di Panda. Ecco perché è necessario esaminare le pagine con meno di 250 parole e riempirle di contenuto laddove possibile.

    1. Trova pagine con contenuti duplicati esternamente

    Google vuole che ogni pagina sul Web aggiunga il maggior valore possibile. E questo sicuramente non può essere fatto con contenuti non unici o plagiati. Pertanto, è una buona idea controllare le pagine di contenuto tramite Copyscape se si sospetta che possano avere una duplicazione esterna.

    È anche giusto dire che alcuni settori (come i negozi online che vendono prodotti simili) semplicemente non possono sempre avere contenuti unici al 100%. Se lavori in una di quelle industrie, ci sono 2 vie d’uscita. Puoi provare a rendere le tue pagine di prodotto il più eclatanti possibile o utilizzare testimonianze dei clienti, recensioni di prodotti e commenti per diversificare i tuoi contenuti. A proposito, ecco una buona guida su come sfruttare al meglio i contenuti generati dagli utenti .

    Se hai notato che qualcuno sta rubando i tuoi preziosi contenuti, puoi contattare i webmaster e chiedere loro di rimuovere i contenuti plagiati o inviare questo modulo di rimozione dei contenuti da Google .

    1. Controlla le tue pagine per l’imbottitura di parole chiave

    L’imbottitura di parole chiave è un’altra cosa che attira Panda. In poche parole, l’imbottitura di parole chiave si verifica quando una pagina Web viene sovraccaricata con parole chiave nel tentativo di manipolare i risultati di ricerca. Quindi controlliamo rapidamente se hai esagerato su alcune delle tue pagine.

    1. Passare all’Analisi del contenuto> Controllo pagina e inserire l’URL di una pagina che si desidera controllare per riempimento di parole chiave nella barra di ricerca Paginenell’angolo in alto a sinistra.

    1. Quindi passa attraverso Parole chiave nel titolo, Parole chiave nei tag meta description, Parole chiave nel corpo e Parole chiave in H1 e dai un’occhiata alla colonna di riempimento delle parole chiave a destra nella sezione Dettagli .

Aggiornamento del dominio dalla corrispondenza esatta

Nello stesso 2012, i SEO intelligenti hanno trovato un modo per fare in modo che i siti di scarsa qualità si classificassero bene nei risultati di ricerca. Utilizzerebbero semplicemente le query di ricerca di corrispondenza esatta nei loro nomi di dominio. E nel passato, quando Google ha visto una certa query e un dominio che lo corrisponde al 100%, pensava che questo sito fosse della massima rilevanza e lo classificasse come numero 1 nei risultati di ricerca. Questo è il motivo per cui Google ha dovuto intervenire e ha introdotto l’aggiornamento del dominio Exact Match per rimuovere i siti spazzatura con domini di corrispondenza esatta dalle prime posizioni di Google.

Stai attento

  • Domini dalla corrispondenza esatta con contenuti sottili

Cosa Fare

  • Ottieni l’elenco completo dei backlink

    La prima cosa da fare quando si combatte con i collegamenti di spam è di estrarre l’elenco completo dei backlink che puntano al tuo sito. E naturalmente, SEO SpyGlass è qui per aiutarci. Con il suo nuovo indice in costante crescita e la rapidissima velocità di scansione, puoi essere certo che lo strumento raccolga solo collegamenti aggiornati.

    1. Quindi avvia lo strumento, crea un nuovo progetto per il tuo sito, seleziona Abilita opzioni avanzate e premi Avanti .

    Al passaggio successivo, lo strumento ti offrirà di specificare le fonti da cui estrarre i link (PowerSuite Link Explorer, Google Search Console e Google Analytics). Consiglierei a tutti di raccogliere l’elenco più completo di link.

    1. Quindi, controlla tutte e tre le opzioni, accedi ai tuoi account Google Analytics e Google Search Console e fai clic su Avanti .

    Ora devi decidere il numero di link che sei disposto a raccogliere. Per impostazione predefinita, lo strumento raccoglie 10 collegamenti per dominio per filtrare i collegamenti in tutto il sito.

    1. Possiamo lasciare le impostazioni come sono perché, di norma, è più che sufficiente. Hit Finish , e in un paio di momenti lo strumento ti fornirà l’elenco completo dei backlink.

    1. Ora vai su Backlink Profile> Backlink per vedere tutti i link che ti puntano al momento.

    1. Identifica i collegamenti di spam

    Ora che hai effettuato l’accesso al tuo profilo di backlink, dobbiamo identificare quali link sono tossici. Il modo migliore e più conveniente per farlo è calcolando i loro rischi di rigore. Il Penalty Risk è il parametro di SEO SpyGlass che si basa su parametri che caratterizzano la diversità del profilo backlink, l’età del dominio di collegamento, la quantità di succo di collegamento che ogni link trasmette e molti altri.

    Inoltre, calcoleremo i rischi di rigetto dei tuoi link collegando i domini perché accade abbastanza spesso che molti link di spam provengono da un dominio. E questo velocizzerà notevolmente l’intero processo.

    1. Passare a Profilo backlink> Penalty Risk , selezionare tutti i domini di collegamento e premere Update Penalty Risk .

    2.      Ora dobbiamo ordinare i domini in base alla loro rischiosità, in modo che vengano visualizzati per primi quelli più rischiosi. Per fare ciò, basta fare clic sull’intestazione della colonna Rischio penalità

    Prima di tutto, è necessario indagare a ritroso con Rischio di pena oltre il 70% perché questi sono quelli che possono farti sotto la pena di Penguin. Quelli che vanno dal 30 al 70% hanno probabilità leggermente inferiori di essere dannosi ma devono anche essere controllati. E i backlinks con il Penalty Risk dallo 0 al 30% sono sani e salvi e molto probabilmente ti portano molto profitto.

    1. Quindi ora visitiamo manualmente le pagine più pericolose con Rischio di pena oltre il 70%. Per fare ciò, è necessario fare clic sulla freccia accanto al dominio che si desidera controllare e passare attraverso questa pagina nel browser.
    2. Ora occupiamoci dei domini con Rischio di penalità dal 30 al 70% e osserviamo i fattori che hanno causato tale punteggio. Basta premere il pulsante delle informazioni accanto al dominio e vedere perché è stato considerato non abbastanza sicuro.

    1. Sbarazzarsi dei collegamenti tossici

    Ora che hai controllato i link più pericolosi e hai deciso quale di loro vuoi eliminare, è giusto rimuoverli dal tuo profilo backlink per sempre. Uno dei modi possibili per farlo è contattare i webmaster e chiedendo loro di rimuovere i link contenenti spam che puntano al tuo sito.

    Prima di tutto, dobbiamo fare in modo che lo strumento raccolga le e-mail di questi proprietari di siti web.

    1. Rimani nello stesso sottomodulo Backlink , fai clic con il pulsante destro del mouse sull’intestazione di qualsiasi colonna, seleziona Informazioni contatto dal menu e fai clic su OK .

    1. Al passaggio successivo, è necessario selezionare i collegamenti necessari e aggiornare la colonna Info contatto . In un paio di momenti vedrai le email dei proprietari dei siti web nella colonna separata.

    L’unica cosa che rimane da fare è entrare in contatto con loro e chiedere se è possibile rimuovere i link.

    1. Rifiuta i link di spam

    Sfortunatamente, potrebbe accadere che non si risponda ai proprietari del sito web. In questo caso, pensa di sconfessare i link tossici con l’aiuto dello strumento Disavow di Google. In questo modo Google capirà quali link deve ignorare quando classifica il tuo sito. Quindi, a questo punto, dobbiamo creare un file di rinnegamento, che ora può essere eseguito direttamente in SEO SpyGlass.

    1. Fai semplicemente clic con il pulsante destro del mouse sui backlink che sei disposto a rifiutare e premi Disavow backlink .

    2.           Dopodiché, devi decidere se si tratta di un intero dominio o di un solo link che vuoi disconoscere.

    A volte può essere ragionevole sconfessare un intero dominio. In tal modo, non mancheranno altri collegamenti spam provenienti da esso.

    A questo punto, è necessario decidere se si desidera solo disconoscere i collegamenti a ritroso, disconoscere ed escluderli da tutti i futuri aggiornamenti del progetto, oppure negarli e inserirli nella lista nera in modo che vengano rimossi dal progetto per sempre.

    1. Quindi vai su Preferenze> Rifiuta / Lista nera Collegamenti a ritroso , scegli l’azione (Rifiuta, Rifiuta / escludi dall’aggiornamento, Lista nera) e premi OK .

    1. Ora premi il pulsante Esporta e salva l’elenco dei rifiuti sul tuo PC. Quindi vai allo strumento Google Disavow e invia il file di rinnegamento .

    Bene, è così che ti sbarazzi dei legami tossici. Assicurati di fare di questi controlli la tua routine e non sarai mai colpito da Penguin.

  • Cerca pagine con contenuti duplicati

    Ora che WebSite Auditor ti ha gentilmente fornito l’elenco completo delle pagine, troviamo quelli che hanno contenuti duplicati internamente.

    1. Passare al sottomodulo Site Audit , che si trova in Struttura sito , scorrere un po ‘verso il basso nella sezione In-page e aprire la scheda Titoli duplicati .

    file duplicati rimuovere

    1. Ora dai un’occhiata all’elenco delle pagine sulla destra, passa attraverso tutti loro per individuare quelli con contenuti identici.

    Successivamente, è possibile risolvere i problemi tecnici che hanno causato la duplicazione o riempire le pagine con nuovi contenuti. E non dimenticare di diversificare i loro titoli e meta descrizioni pure. Inoltre, è necessario prestare attenzione a contenuti di aspetto simile perché potrebbe essere un segno dell’automazione dei contenuti.

    1. Controlla le pagine con contenuti sottili

    Il contenuto sottile è ancora un altro innesco di Panda. Nell’era della ricerca semantica, Google deve capire di cosa tratta effettivamente la tua pagina. E come è possibile farlo con poche righe di testo sulla tua pagina? Esattamente. Ecco perché Google ritiene che tali pagine siano insignificanti e difficilmente le classificheranno in alto nelle SERP. Andiamo a caccia di pagine con contenuti sottili e sistemali finché non ti mettono sotto Panda.

    Passare al sottomodulo di Pages , fare clic con il pulsante destro del mouse sull’intestazione di qualsiasi colonna e scegliere la colonna Conteggio parole da aggiungere al proprio spazio di lavoro

    1. Ora seleziona tutte le tue pagine e aggiorna la colonna. Successivamente, lo strumento mostrerà il numero esatto di parole su ogni singola pagina del tuo sito.

    Sfortunatamente, non ci sono linee guida approvate da Google su quante parole un determinato pezzo di contenuto deve avere per non essere considerato sottile. Inoltre, a volte le pagine con non troppe parole si comportano sorprendentemente bene e arrivano persino in rich snippet. Tuttavia, avere troppe pagine con contenuti sottili probabilmente ti porterà sotto la pena di Panda. Ecco perché è necessario esaminare le pagine con meno di 250 parole e riempirle di contenuto laddove possibile.

    1. Trova pagine con contenuti duplicati esternamente

    Google vuole che ogni pagina sul Web aggiunga il maggior valore possibile. E questo sicuramente non può essere fatto con contenuti non unici o plagiati. Pertanto, è una buona idea controllare le pagine di contenuto tramite Copyscape se si sospetta che possano avere una duplicazione esterna.

    È anche giusto dire che alcuni settori (come i negozi online che vendono prodotti simili) semplicemente non possono sempre avere contenuti unici al 100%. Se lavori in una di quelle industrie, ci sono 2 vie d’uscita. Puoi provare a rendere le tue pagine di prodotto il più eclatanti possibile o utilizzare testimonianze dei clienti, recensioni di prodotti e commenti per diversificare i tuoi contenuti. A proposito, ecco una buona guida su come sfruttare al meglio i contenuti generati dagli utenti .

    Se hai notato che qualcuno sta rubando i tuoi preziosi contenuti, puoi contattare i webmaster e chiedere loro di rimuovere i contenuti plagiati o inviare questo modulo di rimozione dei contenuti da Google .

    1. Controlla le tue pagine per l’imbottitura di parole chiave

    L’imbottitura di parole chiave è un’altra cosa che attira Panda. In poche parole, l’imbottitura di parole chiave si verifica quando una pagina Web viene sovraccaricata con parole chiave nel tentativo di manipolare i risultati di ricerca. Quindi controlliamo rapidamente se hai esagerato su alcune delle tue pagine.

    1. Passare all’Analisi del contenuto> Controllo pagina e inserire l’URL di una pagina che si desidera controllare per riempimento di parole chiave nella barra di ricerca Paginenell’angolo in alto a sinistra.

    1. Quindi passa attraverso Parole chiave nel titolo, Parole chiave nei tag meta description, Parole chiave nel corpo e Parole chiave in H1 e dai un’occhiata alla colonna di riempimento delle parole chiave a destra nella sezione Dettagli .

Non fraintendetemi, utilizzare domini di corrispondenza esatta è assolutamente ok finché il sito è pieno di contenuti di qualità. Quindi la cosa migliore che puoi fare è identificare le pagine con contenuti sottili (sai già come farlo) se ne hai e riempili con contenuti pertinenti e originali.

Anche se un dominio di match esatto non ti farà penalizzare, non aumenterà il tuo ranking. Quindi, se vuoi aumentare l’autorità del tuo sito web, è meglio investire tempo e sforzi nella creazione di link di qualità. Fortunatamente, con LinkAssistant , costruire collegamenti non è più un’attività complicata e dispendiosa in termini di tempo. Utilizzando i 10 diversi metodi di ricerca prospettica dello strumento (Ospite Pubblicazione, Commenti, Recensioni, Forum, ecc.), È possibile ottenere numerose opportunità di creare link e aumentare significativamente l’autorità del proprio sito Web.

  1. Basta avviare lo strumento, creare un nuovo progetto per il tuo sito e inserire l’URL del tuo sito web.
  2. Successivamente, passa al modulo Prospects , fai clic sul pulsante Cerca i prospetti e scegli un metodo di ricerca prospect a tuo piacimento.

  1. Quindi inserisci parole chiave pertinenti alla tua nicchia, configura le impostazioni come nella schermata qui sotto e premi Fine .

Successivamente, riceverai una grande vecchia lista di opportunità di link building accompagnate da indirizzi email. Basta contattare i proprietari dei siti Web e feed il tuo profilo di backlink con alcuni nuovi collegamenti in pochissimo tempo. A proposito, con l’aiuto di un client di posta elettronica integrato, puoi anche inviare messaggi ai tuoi partner di collegamento senza uscire dallo strumento.

2018-12-19T14:07:27+00:00