Ottimizzare le immagini per il tuo sito

Uno dei tuoi obblighi se vuoi creare un blog o un sito web di qualità: ottimizzare immagini per il web. Non è un aspetto da affrontare con superficialità, questo punto ti consente di abbracciare più aspetti della tua presenza online.

Migliorare le foto per il web, infatti, riguarda il posizionamento SEO, ma anche l’user experience e la qualità generale della pagina web. oggi non puoi ignorare dimensioni, formato, tipo di file e altri aspetti che possono fare la differenza.

Ecco perché ti dico questo: inizia subito a ottimizzare immagini per il web quando pubblichi i tuoi post e le pagine web del sito. Il motivo di quest’attenzione? E, soprattutto, cosa osservare? Ecco i punti che daranno una marcia in più al tuo lavoro.

  • Usa un editor fotografico

  • Controlla il peso dell’immagine

  • Usa l’attributo ALT

Scegliere immagine che ci rappresenta

l primo punto da affrontare è questo: devi scegliere un’immagine rappresentativa, capace di comunicare all’utente ciò che hai in mente. Per ottenere delle buone soluzioni puoi usare foto scattate in prima persona, oppure usare gli archivi che si trovano online.

Questi stock sono a pagamento come Fotolia, iStockphoto e Depositphoto o a costo zero. In quest’ultimo caso puoi usare gli archivi di foto gratis che consentono di trovare la soluzione migliore sfruttando le licenze Creative Commons, una salvezza per i blogger.

Di solito per l’apertura si una pagina web si sceglie una foto evocativa, con un collegamento idealtipico con il concetto che hai affrontato. Le altre immagini saranno esplicative, capaci di dare maggiori informazioni all’utente.

L’aspetto da considerare: il visual crea un’interruzione del testo, quindi deve essere usato per arricchire di significato. Altrimenti è semplice fastidio per il lettore.

Le migliori dimensioni immagini web

Quali sono le migliori dimensioni per ottimizzare immagini da caricare sul sito web? La foto deve essere ritagliata e sagomata in modo da occupare con precisione lo spazio necessario. Dimensioni inferiori portano l’immagine a sgranare, mentre superiori possono diventare un peso per il caricamento della pagina. Secondo Google:

L’utilizzo di pixel non necessari solo per lasciare al browser lo scaling dell’immagine al posto nostro si traduce in un’enorme opportunità mancata di ridurre e ottimizzare il numero di byte totali richiesti per il rendering della pagina.

Devi limitare il più possibile il numero pixel per usare solo ciò che serve. Ecco perché devi modificare le immagini e ridimensionarle per renderle più leggere.

2018-09-13T12:48:40+00:00