Vendere su Amazon i consigli per iniziare 1

I consigli per iniziare a vendere su Amazon sono molteplici e si diversificano a secondo del grado di seller che si è raggiunto.
Realizzare le prime vendite su Amazon è il primo passo che un venditore deve perseguire per dare vita ad un processo che porti il suo account seller al successo commerciale.
Qui parleremo del venditore nella sua fase iniziale nella quale deve ancora realizzare le sue prime vendite e ancora non sa come fare.

Prima di addentrarci nello specifico, ti consiglio di verificare attentamente i seguenti passaggi. Solo allora potrai iniziare la vera e propria fase atta a realizzare le tue prime vendite:

LE OPERAZIONI PRELIMINARI DA EFFETTUARE PRIMA DI VENDERE SU AMAZON:

1: ACCOUNT VENDITORE

Controlliamo attentamente lo stato del nostro account venditore. Accertiamoci che ogni voce sia corretta e che le informazioni che abbiamo fornito in fase di registrazione corrispondano esattamente a quelle aziendali e riportare nella nostra visura camerale.
Verifichiamo l’esattezza dell’email e del numero di telefono riportati.
Questo semplice controllo ti consente di evitare una eventuale sospensione dell’account qualora il dipartimento Amazon addetto a ciò dovesse rilevare nel tempo dell’inesattezze.
Per accedere a queste informazioni andiamo su:
  • Seller Central
  • Impostazioni
  • Informazioni sull’ account

2: IMPOSTAZIONI DI SPEDIZIONI

Creiamo accuratamente il nostro modello di spedizione. Portiamoci all’interno del nostro Account Seller Central e rechiamoci nella sezione apposita seguendo questo percorso:
  • Seller Central
  • Impostazioni
  • Impostazioni di spedizione
Assicurati di comunicare un tempo di consegna che corrisponda assolutamente alla realtà. Eventuali spedizioni in ritardo potrebbero causare il blocco dell’account. Amazon non ama i venditori che non mantengono le promesse fatte ai loro clienti!
È meglio iniziare con le spedizioni più lente. Non appena avremmo preso dimestichezza con la gestione della logistica parti con le consegne rapide (sempreché il contratto con il tuo corriere te lo consenta).
RICORDA CHE LA SPEDIZIONE VELOCE E’ UN ELEMENTO CHE PREMIA IN ASSOLUTO LE TUE VENDITE

3: SCHEDA PRODOTTO

Quando andiamo a caricare i nostri prodotti nell’inventario andremo a creare la scheda rappresentativa dello stesso.
Essa è composta essenzialmente da 3 elementi:

 

  1. DESCRIZIONE
  2. IMMAGINI
  3. PAROLE CHIAVE
  • DESCRIZIONE

il mio consiglio è quello di fornire le risposte che i tuoi clienti cercano. Non fare un semplice copia e incolla dal sito del produttore o da qualche altro tuo competitor (metodo che purtroppo ho notato fare a molti). Devi concentrarti su tutte quelle domande che il tuo cliente si pone quando dovrà scegliere. Evidenzia le 5 che riterrai essere le più appropriate e utilizzale nei bullet point.

 

  • IMMAGINI

rigorosamente su sfondo bianco e utilizza una dimensione di 3000×3000 pixel. Metti l’immagine in primo piano, lascia meno bordo possibile, abbi cura nella sua messa a fuoco e rendila brillante.
E’ la prima cosa che osserviamo e cattura la nostra attenzione.

 

Se ti perdi questo, hai perso almeno il 50% dei possibili acquirenti.

 

  • PAROLA CHIAVE

Vi sono molti tool online (gratuiti e a pagamento) che ti possono suggerire quali siano i termini di ricerca più utilizzati nel tuo prodotto.
Utilizzali sia nel titolo che nella descrizione.
Non essere ripetitivo, una volta basta e avanza!
Distribuiscile in tutto il testo. Alla fine il tuo prodotto deve apparire in varie forme di ricerca.

Sia che tu crei una scheda prodotto nuovo, sia che tu ti associ ad una scheda prodotto preesistente, accertati di non violare le policy di Amazon che disciplinano le vendite (ti consiglio vivamente di approfondire l’argomento e di dedicare una particolare attenzione e dedizione allo studio delle stesse. Qui trovi la sezione di Amazon sulle Policy di Vendita: https://sellercentral.amazon.it/gp/help/external/G1801?language=it_IT

L’inosservanza o violazione di una o più disposizioni farà di conseguenza scattare l’algoritmo di controllo che immediatamente bloccherà con una sospensione le tue vendite e il blocco dei fondi depositati.
Oltre al danno economico che ne deriverà dalla mancata vendita dovrai necessariamente presentare un ricorso mediante un accurato piano d’azione che convinca il dipartimento di Amazon a riabilitare il tuo status di venditore.
Se ti trovi in questa situazione, puoi approfondire l’argomento in questo accurato articolo che ti spiega come intervenire: https://marchewebmarketing.it/account-sospeso-da-amazon-svelati-i-segreti-per-riattivare-i-tuoi-prodotti-sul-marketplace/

COME FARE PER VENDERE SU AMAZON
I CONSIGLI PER INIZIARE A REALIZZARE LE PRIME VENDITE

PROMUOVI I TUOI PRODOTTO

Ora che hai controllato il tutto, hai caricato i tuoi prodotti nell’inventario, teoricamente sei un venditore Amazon Seller a tutti gli effetti.
Purtroppo se ti auguri che le tue prime vendite si verifichino in modo naturale, sappi che dovrai avere tanta pazienza.
Affinché non le otterrai i tuoi prodotti difficilmente saranno visibili, sia nella buybox che nei primi risultati della ricerca.
Abbiamo bisogna di creare delle vendite per poter vendere!!!! (sembra un gioco di parole ma è proprio così)
Vediamo allora cosa puoi fare per accelerare il processo di vendita senza violare le policy di Amazon e rischiare la sospensione dell’account:

UTILIZZARE LA LOGISTICA AMAZON – AMAZON FBA-

L’utilizzo di Amazon FBA ti permette di avere nell’immediato 3 grossi vantaggi:
  1. Visibilità del prodotto nel marketplace
  2. PRIME
  3. Conquistare la BuyBox
Non vi nascondo che Amazon ama premiare i venditori che utilizzano la sua logistica. In primis ottengono un vantaggio economico dal servizio offerto, successivamente hanno la garanzia di offrire al consumatore una spedizione rapida.
Attivare e richiedere il servizio dal proprio pannello di account seller è semplice ed intuitivo. La sola cosa che vi consiglio di valutare è il costo complessivo del servizio il quale andrà ad incidere e determinare il prezzo di vendita finale.
Per aiutarvi in ciò vi consiglio l’uso della “Calcolatrice Costi Amazon FBA” che troverete in questo link: https://sellercentral-europe.amazon.com/fba/revenuecalculator/index?lang=it_IT
  • Immediata visibilità del prodotto:
    • Senza vendite,  il vostro prodotto apparirà così:

Vendere su Amazon i consigli per iniziare 2

L’utilizzo di Amazon FBA vi consentirà di superare nell’immediato questo primo ostacolo in quanto avrete già conquistato la fiducia di Amazon essendo egli stesso a gestirne e garantirne la spedizione e l’eventuale reso.
  • Spedizione in Prime
    • Il numero sempre più elevato di clienti abbonati al servizio PRIME (attualmente in Italia si calcola che oltre il 50% abbia sottoscritto il servizio) ha portato come logica conseguenza un maggiore numero delle vendite verso tutti quei prodotti associati al servizio.
  • Conquistare la BuyBox
    • L’associazione dei 2 vantaggi appena descritti diventano estremamente performanti per la conquista della buybox. E’ logico pensare che Amazon ha tutti gli interessi di premiare con un numero maggiore di vendite tutti quei prodotti stoccati nei suoi centri logistici e dallo stesso gestiti. Guadagna sul costo del servizio e accresce la sua forza di venditore che è radicata nel concetto della vendita e consegna in 24 ore.

 

CAMPAGNE PAY PER CLICK

Uno strumento da utilizzare per iniziare a vendere su Amazon e dato dalla creazione di campagne atte a sponsorizzare i vostri prodotti.
Queste possono essere di 2 tipi:
  1. CAMPAGNA PRODOTTO
  2. CAMPAGNA BRANDERIZZATA
Nella prima (campagna prodotto) andremo a selezionare il prodotto che vogliamo promuovere, le parole chiave con le quali chiediamo ad Amazon di farci apparire ed infine il budget che intendiamo dedicare.
Sino a qui sembra tutto apparentemente molto semplice. Lo stesso tutorial che Amazon ci mette a disposizione per la realizzazione della nostra prima campagna è semplice ed intuitivo.
Quello che molte volte ci scordiamo (perché in realtà non ci viene suggerito e passa inosservato) è la data di scadenza della campagna.
Per esperienza vi consiglio di non inserirla.
Andate ogni giorno a controllare le performance della campagna e, quando vi riterrete soddisfatti dei risultati che la stessa vi ha portato, vi basterà sospenderla e riprenderla, semplicemente riattivandola, quando i vari processi di mercato legati alla vendita (stagionalità del prodotto, calo delle vendite, occasioni od eventi) vi suggeriranno una sua ripubblicazione.
Per questa ragione vi consiglio di lanciare più campagne per poi conservare solo quelle più performanti.
Nella seconda (campagna branderizzata) andremo ad inserire tutte quelle parole chiave con le quali non vogliamo apparire, ma a differenza della campagna prodotto, questa vi permette di apparire nella prima parte della pagina dei risultati e con ben 3 prodotti + il vostro marchio.
Ma attenzione! questo tipo di campagna è riservata esclusivamente ai seller che hanno un marchio registrato su Amazon (su come registrare un marchio su Amazon, ti rimando alla pagina dedicata ad esso qui: https://brandservices.amazon.it/